Paolo Bonolis, partitella in spiaggia con il figlio

Qualche giorno di svago all’Argentario per la famiglia Bonolis al gran completo. Paolo, libero dagli impegni televisivi, si dedica alla moglie e ai figli ed è proprio con Davide, 12, anni che improvvisa una partita a pallone in riva al mare. A torso nudo il presentatore, grande appassionato di calcio, dimostra di saperci fare tra scatti e palleggi…

C_2_articolo_3071202_upiImagepp

Innamorato da quindici anni di Sonia Bruganelli, Paolo confessa al Settimanale Nuovo che la famiglia è la sua forza, la sua serenità. Ed è proprio per questo che desidera trascorrere più tempo possibile con la moglie e i loro figli Silvia, Davide, e Adele. Sul settimanale le immagini di una giornata di svago in spiaggia in Toscana. In pantaloni corti e occhiali da sole il mattatore di Mediaset mette a nudo le sue doto fisiche durante una partitella a calcio con Davide e un gruppo di ragazzini. Poi una pausa pranzo al ristorante con Sonia e degli amici e di nuovo a giocare.
Carico per affrontare nuovi progetti televisivi a partire dalla prossima stagione, alla domande quale sia il vero senso della sua vita, Bonolis risponde: “Sono i miei cinque figli. Il senso della vita quando ero più giovane era la mia carriera. Da bambino invece era la scoperta, quando sarò più vecchio sarà relazionarmi con la fine. Insomma il senso della vita cambia sempre”.

E’ il giorno della Superluna: la più grande in 68 anni, ma c’è l’incubo meteo

Oggi sarà possibile ammirare la luna piena più grande e luminosa degli ultimi 68 anni. E’ in arrivo, infatti, la “Super Luna”, un’espressione che indica la coincidenza tra la distanza minima dalla Terra del nostro satellite e la sua fase di luna piena. Non tutti in Italia potranno osservare il fenomeno perché il maltempo rischia di rovinare lo spettacolo. ​Secondo gli ultimi aggiornamenti meteo sarà possibile vederla al Nord e in Toscana, mentre su medio Adriatico, Sud e Isole molto probabilmente ci saranno nubi e piogge.

China Supermoon

Sarà la luna piena più ‘grande’, ossia il diametro apparente, mai vista dal 1948 e per averne una ancora più grande dovremo aspettare il 2034. La fasi della Luna sono indipendenti dalla distanza a cui si trova dalla Terra, ma quando è piena e contemporaneamente si trova alla distanza minima (perigeo) a noi appare più grande e luminosa. Secondo le stime della Nasa la SuperLuna di oggi sarà, rispetto alle lune piene più lontane, più grande del 14% e più luminosa del 30%: numeri rilevanti, ma un effetto molto difficile da notare per un profano.
Per la precisione luna piena e passaggio al perigeo non avverranno esattamente nello stesso momento: la Luna sarà alla distanza minima alle 12,24, mentre sarà piena alle 14,54, con una discrepanza di 2 ore e mezza. Per avere di meglio dovremo aspettare il 2034 quando questa differenza sarà di appena 30 minuti.

Marco Columbro: “Per la televisione sono morto dopo la malattia”

“Per strada sento ancora l’affetto delle persone. C’è chi mi ferma convinto di avermi seguito la sera prima in un programma e invece manco dalla televisione ormai da tantissimi anni”. Lo sfogo è di Marco Columbro, un tempo molto presente in televisione e “dimenticato” che nel 2001, un aneurisma cerebrale lo ha tenuto in coma per venticinque giorni: “(La tv) Mi manca tantissimo! – ha fatto sapere a “Nuovo” –

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA STAGIONE DI SPETTACOLI TEATRALI DELLA PEEPARROW

Soprattutto quella del mio periodo d’oro, quando negli anni Novanta mi definivo “il soprammobile di casa degli italiani”, per via delle tantissime ore di diretta che facevo. Ma non è stata una mia rinuncia. Purtroppo dopo la malattia, nonostante io abbia avuto una rinascita, per la tivù sono morto”.
La delusione è tanta: “La chiamerei amarezza, per tutto quello che ho dato alla televisione. Per fortuna ho una vita privata meravigliosa, con una compagna, Marzia, che condivide con me tante passioni. Questo mi dà la forza di guardare avanti, a nuovi progetti professionali, come il resort aperto in Toscana e l’azienda di cibo biologico”.
Per vederlo ora bisogna recarsi in teatro: “Io nasco come attore, sono cresciuto con il grande Dario Fo e quindi per me è una sorta di ritorno alle origini. Lo scorso anno, insieme a Gaia De Laurentiis, abbiamo portato sul palco una bella commedia. E ora sto valutando alcuni copioni interessanti”.

Sigarette in spiaggia, torna la campagna di Marevivo: Fede Pellegrini testimonial

Il fumo nuoce gravemente alla salute e le cicche devastano l’ambiente. Gettate a terra, restano lì per ben 5 anni. Si fa prima (e meglio) a gettarle nel posacenere.
E’ questo il messaggio della campagna “Ma il mare non vale una cicca?” promossa da Marevivo per i prossimi 1 e 2 agosto con l’obiettivo di proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi di sigaretta.

federica-pellegriniPer l’occasione saranno distribuiti da ben mille volontari circa 120.000 posacenere su oltre 450 spiagge italiane, 32 ad esempio nel Lazio e altrettante in Toscana, 40 in Liguria e 29 in Veneto, 41 in Calabria, 49 in Puglia e 84 in Sicilia, comprese le Aree Marine Protette. I posacenere sono tascabili, lavabili e ovviamente riutilizzabili. In due giorni, secondo le stime, sarà possibile evitare che venga gettata a terra una fila di mozziconi che, percorrendo la dorsale adriatica, lega il Veneto all’Abruzzo, lunga oltre 550 km.
Numeri impressionanti che riflettono però perfettamente la realtà: ogni posacenere può contenere fino a sei mozziconi quindi, se i 120mila in distribuzione verranno utilizzati mediamente due volte al giorno, faranno risparmiare in tutto 1.440.000 mozziconi al giorno. Ben 2,8 milioni in due giorni. La campagna quindi, giunta alla sua settima edizione, negli anni ha tolto dalle onde qualcosa come 20 milioni di cicche.
Considerando i tempi per smaltirle, starebbero ancora tutte lì, tra i bagnanti. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione Marevivo in collaborazione con JTI (Japan Tobacco International) e con il supporto del Sindacato Italiano Balneari e del Corpo delle Capitanerie di Porto e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Testimonial di quest’anno è la campionessa del nuoto, Federica Pellegrini: «Basta un semplice gesto – ha sottolineato l’atleta – per risparmiare al mare anni di inquinamento e proteggere anche delfini, tartarughe e tutte le creature degli oceani».